Il Progetto 25 aprile è un progetto d'Istituto che ha le seguenti finalità educative:

  1. coltivare la memoria storica della Resistenza e delle radici antifasciste della Costituzione
  2. promuovere la riflessione sui valori costituzionali del ripudio della guerra, della lotta alle discriminazioni e della resistenza all'oppressione

Qui di seguito l'articolazione delle attività suddivise per classi coinvolte.

TUTTE LE CLASSI TERZE

INCONTRO CON GIACOMO SINI “

"Visioni di Guerra”: Proiezioni e foto tratte dai reportages nelle zone di conflitto, Bosnia, Kurdistan, Iraq, ecc.., con commento esplicativo, racconti e riferimenti alle situazioni rappresentate. Giacomo Sini ha pubblicato su Repubblica, Manifesto, Espresso, Famiglia Cristiana e varie riviste europee, sul sito del National Geografic ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali. L'intervento consisterà nella proiezione di foto tratte dai reportage, con commento esplicativo, racconti e riferimenti alle situazioni rappresentate - il tutto seguito o accompagnato dalle domande e dagli interventi degli alunni.

CLASSI QUARTE INTERESSATE

Incontri sui temi delle discriminazioni, delle persecuzioni e dei conflitti nel Novecento italiano ed europeo, in particolare riferimento alla Giornata della Memoria.

TUTTE LE CLASSI QUINTE

LA VISITA A S. ANNA DI STAZZEMA

Lezione itinerante al Museo storico della Resistenza di S.Anna di Stazzema, con visita dei luoghi della strage e incontro con i sopravvissuti.

PER I CONSIGLI DI CLASSE INTERESSATI

  1. PROGETTO ISTORECO. Percorsi didattici nella storia del Novecento Referente interno: prof. ssa Silvia Baglini.

    Incontri a carattere laboratoriale durante i quali gli e le studenti prenderanno in esame documenti storici e materiali multimediali relativi alla storia del Novecento insieme ad esperti esterni.

    Per le classi: I temi proposti da ISTORECO per l’a.s. 2019-2020 sono: 1) Le migrazioni di ieri e di oggi; 2) Diritti negati, diritti conquistati. L’emancipazione femminile; 3) Di pura razza ariana. La questione razziale e le sue implicazioni; 4) Dal boom economico alla fine degli anni Settanta; 5) Europa: tra sogno e realtà; 6) A 30 anni dal crollo che ha cambiato il mondo; 7) La Costituzione degli italiani; 8) 1919-1922: dalla nascita del PNF alla presa del potere; 9) 12/12/1969: Piazza Fontana e la strategia della tensione; 10) Laboratorio sulle stragi nazifasciste in Toscana; 11) Trekking della memoria (Antifascismo e seconda guerra mondiale a Livorno; Alla riscoperta delle Grotte dei banditi; Verso S. Anna di Stazzema). Gli incontri hanno durata di due ore ciascuno; i trekking di mezza giornata circa.

  2. PROGETTO ANPPIA: “Il fascio è fascion?La violenza è sempre una scelta: conoscere la storia, conoscere il linguaggio

    Referente interno: prof.ssa Laura Luperi

    Il progetto formativo si propone di promuovere la conoscenza storica del contesto, degli eventi e dei protagonisti della lotta partigiana antifascista al fine di consolidare nelle nuove generazioni di cittadini i principi costituzionali di democrazia, libertà, diritti sociali, uguaglianza e contrasto alle discriminazioni di ogni genere, che rappresentarono e rappresentano ancora oggi il portato storico e valoriale della Resistenza e della Lotta di Liberazione. Nella convinzione che memoria e storia vanno di pari passo, che si diventa uomini e donne conoscendo la storia, il progetto si propone di fornire agli studenti gli strumenti per conoscere il passato e rielaborarlo personalmente: attraverso la riflessione condivisa sull’antifascismo e i valori fondanti la nostra democrazia, offrire una risposta ad una cultura dell’odio che si vede sempre più diffusa.

    Per le classi del biennio e del triennio: Il progetto si articola attraverso: 1) proiezione di due film in collaborazione con “Lanterne magiche” e “Lo sguardo narrante” (in orario curricolare); 2) incontro/dibattito con uno storico e un esperto di tematiche giovanili, con la presenza dei musicisti del complesso Zen Circus (in orario curricolare); 3) preparazione di elaborati multimediali ad opera delle classi; 4) incontro finale con uno storico in cui saranno ripresi gli argomenti trattati, presentazione dei lavori svolti dai ragazzi e premiazione del miglior elaborato (in orario pomeridiano).

  3. PROGETTO “DIFFERENZE-DIRITTI-GENERE”. In collaborazione con il CRED-Comune di Livorno e l’associazione Evelina De Magistris

    Referente interna: Prof.ssa Patrizia Nesti

    Attività didattiche mirate a contrastare le discriminazioni di genere, a valorizzare le differenze e a criticare gli stereotipi culturali che condizionano i ruoli sociali e le relazioni. Il progetto si articolerà attraverso le seguenti fasi: 1) incontri con esperte esterne in orario curricolare (4/6 ore per classe); 2) eventuali incontri di approfondimento con esperte esterne in orario extracurricolare; 3) preparazione, tramite lavoro di gruppo, di un prodotto (video, presentazione multimediale, interventi in conferenza) che sintetizzi l’esperienza, con coordinamento della docente interna; 4) partecipazione e conduzione di evento finale esterno organizzato dal CRED e aperto alla cittadinanza, con presentazione delle attività svolte.